Da profilo twitter di Michelle Hunziker a quello di Gerry Scotti. L’alluvione che ha colpito Milazzo è stato seguito con apprensione anche dai vip della tv che con la nostra città c’entrano poco. Sulle loro bacheche appelli e raccomandazioni. “Non uscite di casa” ha invocato la showgirl su Twitter. Il ruolo dei social network durante il nubifragio di martedì 22 novembre è stato determinante. Grazie alle foto, ai video, agli appelli la tragedia è stata seguita in diretta, consentendo ai cittadini di avere in tempo reale notizie anche importanti per la loro incolumità. Poi c’è l’aspetto negativo.

Michelle Hunziker

Come riportato da Oggi Milazzo le bacheche dei politici sono state prese d’assalto, dando libero sfogo ad accuse spesso gratuite, come se gli amministratori avessero responsabilità sulle condizioni meteo o in un anno e mezzo risolvere il problema decennale degli allagamenti nella piana. Uno degli “sfollati” di Milazzo è stato, ironia della sorte, anche l’assessore alla Protezione Civile Mariano Bucca. In tutto il baillame è stato l’amministratore meno presente. Il telefonino squillava invano. Si è scoperto solo dopo che era impegnato a spalare fango dalla propria abitazione al confine tra la frazione Botteghelle e San Filippo del Mela. Essendo responsabile anche dei Lavori Pubblici, non credete che se il problema degli allagementi fosse di facile soluzione non sarebbe il primo ad avere l’interesse a risolverli? La questione è molto più seria. Ci sono responsabilità dei comuni limitrofi che non provvedono a sistemare le loro colline (da Santa Lucia del Mela a San Filippo) e poi bisogna fare interventi milionari tra San Paolino e Fiumarella che in un periodo di crisi del governo è quasi impossibile reperire. Intanto non ci rimane che continuare a sensibilizzare i nostri amministratori a “non dimenticare” anche tramite le loro bacheche su facebook. Stando attenti a non esagerare con le parole. Molti di loro sono suscettibili. Il sindaco Carmelo Pino dopo il pezzo di Oggi Milazzo dal titolo “Il popolo di facebook attacca il sindaco” mi ha bloccato il suo profilo. Un gesto che ha consentito al suo rivale, Lorenzo Italiano, di superarlo come numero di amicizie. Non tutte le ciambelle riescono col buco.

GIANFRANCO CUSUMANO

Condividi questo articolo