SCOOP. Terremoto alla Fondazione Lucifero: si sono dimessi il presidente Stefano Messina e Giuseppe Aveni. Il cda si era insediato poco più di un anno fa, e stava portando avanti una serie di progetti che stavano per rendere la Fondazione particolarmente attiva, dopo decenni di abbandono. Si stava lavorando sull’acquisto di un parco giochi da allestire alla Baronia, erano stati incentivati i servizi ai bambini disagiati, riconfermate le manifestazioni natalizie come “La città del Natale”, avviate le procedure per il recupero di immobili come la sede di via Marina garibaldi. Aveni aveva già presentato le dimissioni nei giorni scorsi per sopraggiunti motivi di lavoro.

Le motivazioni del giudice Messina non sono note, anche se probabilmente sarebbe stata legata a problemi di salute. La dirigente della Fondazione Lucia Lombardo, ha già comunicato il tutto all’assessorato regionale agli Enti Locali che dovrà nominare un commissario. Il cda, infatti, non solo ha perso Aveni e Messina ma era “monco” per la mancata nomina dei rappresentanti della Prefettura e della Curia dopo le dimissioni di padre Nunzio Abbriano. I bilanci erano ritornati in attivo grazie all’adeguamento dei canoni di affitto dei beni immobili e la vittoria di un contenzioso milionario contro il Comune di Milazzo. A decadere sono stati i componenti Giuseppe Falliti, Franca Allia e Davide Vento.

Condividi questo articolo