VIDEO2. Come se non bastasse la pioggia, anche una terribile nube di gas ha invaso Milazzo. L’Associazione per la Difesa dell’Ambiente e della Salute dei Cittadini, l’Associazione Scarabeo E20, l’Associazione La Tribù e l’Associazione Deka Eventi denunciano a gran voce l’elevato tasso d’inquinamento che dalle prime ore dell’alba colpisce la città di Milazzo. “Siamo costretti a restare chiusi in casa, ci hanno tolto la libertà di vivere e di respirare – dichiara il Presidente dell’“A.D.A.S.C.” Giuseppe Maimone, – siamo invasi da odori molesti  che stanno creando problemi ai cittadini come bruciore agli occhi, problemi  respiratori. Si ha l’impressione di trovarsi all’interno dello stabilimento industriale. Continuo a ricevere decine di telefonate di cittadini allarmati.

Questo non è allarmismo sociale – continua Maimone – ma solo verità. Non possiamo accettare altre offese simili, dichiarano i rappresentanti delle associazioni. Vogliamo chiarezza e pretendiamo di essere tutelati.  I milazzesi e gli abitanti della Valle del Mela non possono più vivere in un ambiente insalubre, dove giornalmente sono a contatto con centinaia di agenti inquinanti che provocano, senza dubbio, gravi problemi alla salute. Quindi facciamo appello al Sindaco, massima autorità sanitaria locale, al Procuratore di Barcellona, al Prefetto, alla Provincia, alla Regione e a tutte quelle istituzioni che hanno il dovere di tutelare la salute di noi cittadini».

 

Condividi questo articolo