Ha investito un vigile per poi scappare a bordo del suo ciclomotore. I carabinieri hanno arrestato Roberto Cucinotta, 22 anni, con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali. Il giovane non si è fermato all’alt imposto da una pattuglia della polizia municipale di Milazzo mentre era alla guida del ciclomotore e ha investito un agente trascinandolo per alcuni metri sulla strada. Il vigile, il tenente Salvatore La Malfa, ha riportato escoriazioni e contusioni guaribili in sette giorni. I  fatti si sono verificati sabato pomeriggio, intorno alle 16.

La pattuglia composta da La Malfa, dall’ispettore Pippo Giannetto e dall’agente Enza Saporita stavano effettuando un posto di blocco di fronte al palazzo municipale per favorire l’utilizzo del casco. Ad un tratto, secondo la ricostruzione delle forze dell’ordine, Cucinotta sarebbe uscito con il suo mezzo dal parcheggio Luigi Rizzo. Davanti all’alt del tenente La Malfa, prima avrebbe fatto finta di parcheggiare, per poi rioprendere la corsa trascinandosi il vigile nel tentativo di fermarlo. Nella fuga è salito sul marciapiede del municipio e, in senso di marcia contrario, ha raggiunto la via Cassisi per dileguarsi. Grazie al numero di targa del mezzo il ragazzo è stato identificato e i carabinieri e lo stesso La Malfa, contuso alla gamba, sono andati a prelevarlo direttamente a casa a Pace del Mela. Domani mattina si celebrerà il processo per direttissima.

Condividi questo articolo