Oltre 107 euro di cartelle esattoriali non pagate e il rischio di fermo amministrativo per 4 automezzi comunali. E’ questa l’ennesima spada di damocle che pende sul comune di Milazzo. Secondo l’agenzia delle entrate ci sarebbero 98 mila euro di contributi non versati all’inps a favore dei dipendenti dell’ente. La procedura di fermo amministrativo ancora non si è concretizzata, ma sono state indivduati già i mezzi. Si tratta di 2 Fiat Panda, 1 Fiat Punto e un autocarro con cestello. Tutti mezzi che vengono utilizzati dall’ufficio tecnico comunale per effetuare sopralluoghi o interventi urgenti.

“Risolveremo tutto entro la prossima settimana – assicura l’assessore alle Finanze Pippo Midili – in realtà il comune aveva diritto a sgravi fiscali che l’Agenzia delle entrate non ha comunicato alla Serit, ed ecco il perchè del pre avviso di fermo amministrativo dei nostri mezzi. In base ai nostri calcoli – conclude midili – la somma che dovremo pagare è di appena 1300 euro». I conti in rosso del comune rimangono in cima alle priorità dell’ente. I consiglieri comunali, nei giorni scorsi, hanno proposto l’istituzione di una commissione d’indagine per monitorare nel dettaglio le spese dell’ente preoccupati anche per i tanti pignoramenti.

Condividi questo articolo