La Centrale Edipower di San Filippo del Mela ha accolto ieri mattina gli studenti vincitori delle Borse di studio messe in palio dall’Azienda per il proseguimento degli studi presso uno degli Atenei universitari Italiani. Ad accogliere e premiare i tre brillanti giovani siciliani: Fulvio Ivo Guidi, Capo Centrale Edipower, Giuseppe Cocuzza, Sindaco di San Filippo del Mela, Rosalia Romano, Vice Sindaco del Comune di Pace del Mela, Francesca Manca, in rappresentanza dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Messina, nonché Cettina Parmaliana, vedova del compianto professore,

La premiazione degli studenti

cui è dedicata la sala in cui si sono svolte le premiazioni. Le Borse di studio, messe a disposizione nell’ambito del progetto “Edipower per la scuola”, sono state assegnate a: Francesco Gangemi, diplomato presso l’Istituto Tecnico “Leonardo da Vinci” con il punteggio di 100/100. Un futuro nel campo dell’ ingegneria civile nei sogni di Francesco, che da poco si è iscritto alla FacoltĂ  di Ingegneria dell’UniversitĂ  degli Studi di Messina. Maria Rappazzo, diplomata presso l’Istituto Tecnico “Leonardo da Vinci”, uscita con 100/100 con lode, vorrebbe lavorare in campo internazionale, per questo ha scelto il Corso di laurea di Mediazione Linguistica e Interculturale presso l’UniversitĂ  La Sapienza di Roma. Giovanni Saija, diplomato presso l’Istituto d’Istruzione Superiore “G.B. Impallomeni” con il punteggio di 100/100. Da grande Giovanni vorrebbe lavorare nel campo dell’ingegneria, per questo si è iscritta alla FacoltĂ  di Ingegneria Nucleare, della Sicurezza e della Protezione dell’UniversitĂ  di Pisa. I tre studenti sono stati individuati da una Commissione appositamente costituita per valutare la carriera scolastica dei 17 candidati di questa edizione. “Oggi abbiamo avuto la soddisfazione di premiare tre dei piĂą promettenti giovani del nostro territorio – ha commentato Fulvio Ivo Guidi, Capo centrale di San Filippo del Mela – Edipower con questo concorso e tutte le altre attivitĂ  del progetto scuole, investe sui giovani, che sono il futuro della nostra societĂ , sostenendo gli studi dei migliori e stimolando la conoscenza e la curiositĂ  degli studenti per un settore vitale come l’energia. Il calore con cui anno dopo anno studenti e insegnanti rinnovano la fiducia nelle nostre attivitĂ  è certamente uno stimolo importante per continuare su questa strada”.