Otto mesi di manifestazioni che hanno coinvolto un’intera cittadinanza: dalle associazioni agli studenti, dai giovani alle donne. I festeggiamenti per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia a Milazzo sono stati vissuti con grande intensità non solo come momento rievocativo, ma anche per esaltare una città nella quale si è compiuta anche la storia di questo processo. L’ultimo appuntamento del ricco programma predisposto dal Comitato d’onore istituito dal Comune per le celebrazioni è previsto venerdì 4 novembre con un Concerto alle 20 al Teatro Trifiletti con brani, inni e marce risorgimentali.

E’ stato scelto il 4 novembre – afferma l’assessore alla Cultura, Stefania Scolaro – perchè in quella data, nel 1918, terminava la Prima guerra Mondiale. Con l’entrata delle truppe italiane vittoriose a Trento e Trieste, dopo quasi tre anni e mezzo di combattimenti, si concludeva quella che allora venne definita la “Grande Guerra” e si completava il processo di unificazione nazionale. Protagonisti della serata saranno i gruppi che il 18 gennaio 2011 sono stati riconosciuti di interesse comunale e nazionale: Banda musicale “Pietro Mascagni, Ensemble Vocale “Cantica Nova”, Corale polifonica “Aura Vocis”, Gruppo Folkloristico “Città di Milazzo”. “Una serata sicuramente importante – ha detto ancora l’assessore sottolineando “lo spessore del programma che ha esaltato tutti i luoghi della memoria e della cultura della città del Capo. Penso al ciclo di relazioni da parte di docenti universitari di alto rilievo, l’intitolazione di strade in onore di storici e patrioti milazzesi, le proiezioni di film, convegni, mostre e rappresentazioni teatrali. E aspetto importante resta la soddisfazione per il coinvolgimento di tutta città nel ricordo di un momento storico fondamentale per la Nazione.

 

 

Condividi questo articolo