Individuati gli autori del raid notturno che la settimana scorsa ha danneggiato cinque negozi del centro cittadino di Milazzo. Gli uomini del commissariato di polizia di Milazzo, guidato da Antonio Rugolo, avrebbero denunciato alla Procura di Barcellona due persone: un ragazzo maggiorenne e una minorenne straniera.

 

Davanti alle domande degli inquirenti, dopo avere inizialmente negato, avrebbero confessato accanto ai propri legali. La refurtiva pare che sia stata riconsegnata ai commercianti. Cinque le denunce presentate alle forze dell’ordine dai proprietari dei negozi Atelier Codraro di via Marina Garibaldi, Emme Cart di via Medici, Nara Camice di via Domenico Piraino, Confcommercio di via Cumbo Borgia e Nelly creazioni. I giovani hanno rotto a colpi di mazza la vetrina del negozio di abbigliamento Codraro, senza, però, riuscire a penetrare all’interno del locale. Poi si sono spostati 100 metri più avanti ed hanno forzato la porta di Emme Cart, i ladri hanno portato via il registratore di cassa e numerosi oggetti. Poi, spostandosi, hanno tentato di entrare alla Confcommercio, forse per trovare una via di accesso per l’adiacente Centro Tim con all’interno decine di telefonini cellulare. Alla fine a farne le spese anche il negozio Nara Camicie dove hanno rubato dei capi di abbigliamento e il registratore di cassa. Il tutto sarebbe avvenuto tra le 3 e le 4 del mattino.

Condividi questo articolo