Definite le procedure burocratiche che hanno portato da ultimo anche al passaggio dei lavoratori dalle ditte appaltatrici, dall’1 novembre inizierà ufficialmente nel comparto di igiene ambientale la gestione unica da parte della Dusty srl di Catania. Un servizio che sarà con nuove modalità per tutti i 38 Comuni, come spiegato nel corso di un incontro con gli amministratori locali dall’amministratore dell’azienda Pezzino de Geronimo.

“Abbiamo preso atto delle strategie aziendali che la Dusty vuole attuare su questo territorio – ha detto l’assessore all’Ambiente Maurizio Capone – puntando molto sulla raccolta differenziata che rappresenta sicuramente il passo decisivo per assicurare la massima efficacia del servizio. Dalle parole della dottoressa Pezzino De Geronimo abbiamo compreso la volontà di investire molto su questo territorio, con una maggiore presenza di mezzi, la collocazione di nuovi cassonetti e del materiale necessario per assicurare lo spazzamento e la pulizia che sino ad oggi sono stati i punti deboli. Ed ancora – prosegue l’assessore – l’azienda ha anche annunciato una campagna di comunicazione porta a porta per tutti gli utenti dell’Ato per spiegare come funziona il servizio, anche per i rifiuti ingombranti e per distribuire la carte dei servizi e il numero verde”.

“Ho motivo di credere e questo è il mio auspicio che si possa aprire davvero una pagina nuova in questo tormentato settore – ha aggiunto il sindaco Carmelo Pino -. Sin dall’insediamento di questa Amministrazione ci siamo battuti per far sì che il servizio di smaltimento dei rifiuti avvenisse in maniera corretta, senza emergenze, con quella regolarità che è giusto garantire al cittadino che paga questo servizio. Abbiamo definito, con scelte coraggiose ma alla fine rivelatesi azzeccate, la questione delle bollette, passando alla riscossione diretta (poi attuata anche da altri Comuni), adesso confidiamo in questa nuova ditta – che ha certificazioni di qualità e tanto interesse a far bene in questo territorio – per iniziare un nuovo percorso che consenta alla nostra città, ma ovviamente a tutti i Comuni dell’ambito ottimale Me2, di riaffermare i concetti di pulizia, igiene e decoro. Ovviamente confido molto anche nella collaborazione dei cittadini, specie in questa prima fase di attivazione del servizio dove potrebbe registrarsi qualche disfunzione prima di andare a regime”.

Condividi questo articolo