Stamani gli autocompatatori che si occupano della raccolta dei rifiuti sono rimasti fermi all’autoparco. A determinare il disservizio la chiusura temporanea della discarica di Mazarrà Sant’Andrea in quanto la regione ha ritardato a rinnovare l’autorizzazione, scaduta nei giorni scorsi, necessaria per operare e accogliere i mezzi provenienti dai comuni dell’hinterland. I cancelli della struttura gestita da TirrenoAmbiente sono rimasti chiusi anche ieri e ai mezzi non è rimasto altro che ritornare indietro.

Un problema che è stato risolto qualche ora fa. Come conferma l’assessore ai Rifiuti, Maurizio Capone. «La discarica ha ricevuto il documento e sta già consentendo l’accesso ai mezzi – spiega – stamattina ho preso parte ad una riunione a Barcellona in cui veniva presentata la nuova società, la Dusty, che dal 1 novembre si occuperà della raccolta per conto dell’Ato2. Oggi pomeriggio i rappresentanti dell’azienda incontreranno l’amministrazione al Comune in modo da sottoporre una serie di criticità che fino ad oggi non si è riusciti a risolvere, a cominciare dalla raccolta differenziata mai partita in città».

Condividi questo articolo