E’ il consigliere del Pd, Ciccio De Pasquale, il paperone del comune di Milazzo. In base alla dichiarazione dei redditi depositate a Palazzo dell’Aquila (si riferiscono all’anno 2009) l’ex funzionario della Raffineria di Milazzo ha guadagnato 142 mila euro lordi.

Ciccio De Pasquale

Seguono il consigliere Carmelo Formica (ind), medico dell’Asp, con 118 mila, e Franco Cusumano (Udc), primario ospedaliero con 101 mila euro. Fanalino di coda Salvatore Gitto con 2777 euro, Nino Abramo (Autonomisti di centro) con 1229 euro e Salvatore Gitto con 896 euro. A non avere dichiarato reddito è stato Franco Russo. In Giunta il sindaco Carmelo Pino risulta tra i più poveri. La dichiarazione più ricca è quella dell’assessore Gianfranco Nastasti, con 114 mila euro (fa il medico), seguono la dirigente scolastica Stefania Scolaro con 67 mila, l’ingegnere Mariano Bucca con 44 mila, Massimo D’Amore con 32 mila, il giornalista Pippo Midili e il sindaco con 28 mila, infine il commerciante Maurizio Capone con 26 mila euro.

Condividi questo articolo