E’ stato pubblicato su facebook la versione integrale del documentario Nel nome di Geova realizzato dalla filmaker milazzese Sofia Mezzasalma. La presentazione avvenuta lo scorso aprile è stato oggetto di una forte polemica con i testimoni di Geova che ne hanno contestato il contenuto. E’ possibile visionare il video cliccando QUI.

«Il progetto è nato un anno fa con un fine ben preciso – spiega la diciottenne – mettere a confronto, tra loro, le diverse religioni appartenenti al Cristianesimo. Tra cattolici, evangelici ed ortodossi, sono incappata in quella che religione non è – sostiene – e proprio in quel momento che il documentario ha iniziato ad assumere una piega diversa».

Sofia si è immersa, letteralmente, in un mondo a lei sconosciuto, iniziando ad informarsi sulla seconda religione più praticata dagli italiani.

«Una realtà che, credetemi, ha dell’inverosimile – assicura – una “religione” che tutti crediamo di conoscere limitandoci a ritenere che si tratta di “quelli che la domenica mattina, alle 9, vengono a suonare ai nostri citofoni”, ma la situazione, in verità, è un po’ più complessa».

L’autrice del documentario ha intervistato Rocco Politi, ex Anziano (una sorta di vescovo, paragonandolo al mondo cattolico) che ha ammesso di avere condiviso le scelte di chi ha preferito la morte evitando trasfusioni. E’ entrata nelle loro “Sale” dentro le quali praticano le adunanze, e ascoltato le storie di chi è stato abbandonato dalla propria famiglia per aver “lasciato” Geova. Ma anche di temi forti come pedofilia e ostracismo.

Condividi questo articolo
3.974 visite

8
Rispondi

avatar
400
5 Comment threads
3 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
5 Comment authors
AnonimaMassimilianoMarioGiulioLuca Recent comment authors
più recente meno recente più votato
Mario
Ospite
Mario

Se dovesse dimostrare davanti ad un tribunale quello che racconta avrebbe molta ma molta difficoltà a farlo

Massimiliano
Ospite

No Mario, il mondo sa benissimo chi sono i Testimoni di Geova. Ormai sono milioni coloro che lasciano l’organizzazione. E molti sono anziani di vecchia data, pionieri e beteliti

http://testimonidigeovachiedono.blogspot.com/2018/11/odiano-chi-pratica-una-fede-diversa.html

Giulio
Ospite
Giulio

Povera Sofia……………….potrebbe usare le sue doti per altro………..è proprio fuori strada……..non sa assolutamente nulla dei Tesimoni di Geova

Luca
Ospite
Luca

…………..purtroppo si continuano a diffondere menzogne grossolane sui Testimoni di Geova. Ci crede solo chi non li conosce davvero.

Mario Casini
Ospite

Di questo lavoro estremamente discutibile si può trovare una disamina indipendente qui: http://antisette.blogspot.com/2018/09/antisette-sofia-mezzasalma-testimoni-di-geova-video-lorita-tinelli-business.html

Anonima
Ospite
Anonima

Caro Mario Casini (o chi è veramente): prima o poi, a forza di tirare fango e spargere letame, si finisce per esserne sommersi… Stia attento! Ho sempre pensato che dietro di Lei ci sia qualche setta che tenta di screditare le così dette “anti-sette” per rivalsa personale o, peggio, sotto “contratto”…Chi di letame ferisce, di letame perisce….

Claudio
Ospite
Claudio

Dato lo scalpore suscitato, sono andato a guardarlo subito.
È davvero stupefacente che una ragazza di soli 18 anni abbia trattato temi molto complessi in maniera così chiara, professionale e indipendente.
Brava Sofia e grazie.

Mario Casini
Ospite

«Professionale?»
«Indipendente?»
Trovo sbalorditivo quanto il pregiudizio possa indurre a non notare le abissali lacune di questo video messo assieme da una giovane aspirante giornalista che molta, ma molta strada ha da fare.
Non parliamo dei contenuti, a parer mio ai limiti del lecito per quanto riguarda l’istigazione all’odio.