Ad ottobre a sottoporsi al giudizio del giudice per le indagini preliminari di Barcellona non sarà solo l’ex direttore generale della raffineria di Milazzo, Marco Saetti, ma anche altri due dirigenti: Pietro Maugeri attuale direttore generale, e l’ex direttore Gaetano De Santis.

Limiti delle emissioni violati, tanto che “cagionava un disastro da cui derivava un concreto ed effettivo pericolo per la pubblica incolumità”, è questa l’accusa mossa dalla procura nei confronti dei direttori generali della Raffineria di Milazzo, dal 2009 al 2014, e della stessa azienda.

Sono due le richieste di rinvio a giudizio – come comunicato da Peppe Marano, ex candidato a sindaco e parte civile –  che saranno valutate dal gup il prossimo ottobre per i reati di gettito pericoloso di cose e per disastro colposo, in relazione alle emissioni di gas, vapori e/o di fumo. Saetti dovrà presentarsi di fronte al giudice per l’udienza preliminare il prossimo 12 ottobre. Il prossimo 24 ottobre sarà invece la volta a De Santis e Maugeri.

L’Adasc si costituirà parte civile – annuncia il presidente Giuseppe Maimone – e invitiamo tutte le amministrazioni comunali dell’area ad elevato rischio di crisi ambientale della Valle del Mela e del sito di interesse nazionale per le bonifiche dell’area industriale di Milazzo a fare altrettanto”.
Condividi questo articolo
1.972 visite