Su un’area di circa 5 mila metri quadrati sul greto del torrente Mela, in una zona che ricade nel Comune di Milazzo,  la Polizia Metropolitana ha scoperto una discarica di rifiuti pericolosi di ogni genere che è stata posta sotto sequestro: lastre di eternit intere e frantumato miscelato con materiale edilizio, copertoni, suppellettili, legname, inerti e rifiuti solidi urbani, miscelati tra loro ed abbandonati su un terreno senza alcuna impermeabilizzazione. Lampanti i rischi per le sottostanti falde acquifere. Evidenti i segni di combustione, quindi con maggiori pericoli per la popolazione e le piantagioni adiacenti, a causa della dispersione di diossina nell’ambiente.

I sigilli nell’area del torrente Mela

La polizia metropolitana ha configuranto il reato di “Abbandono di rifiuti pericolosi” e, sentito telefonicamente il Pubblico ministero di turno della Procura di Barcellona, Rita Barbieri, ha sequestrato  l’intera area, che è stata delimitata con picchetti di legno e nastro bicolore. Alla Procura è stata prsentato esposto per il reato a carico di ignoti.

Condividi questo articolo
3.181 visite

8
Rispondi

avatar
400
6 Comment threads
2 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
6 Comment authors
GiacomonessunoAntonioMGraziellaenzinomollica Recent comment authors
più recente meno recente più votato
Giacomo
Ospite
Giacomo

il comune di Milazzo fa fatto qualche anno fa un censimento dell’amianto presente negli immobili della città. Controlli se i proprietari di questi immobili hanno i documenti che dimostrano il corretto smaltimento altrimenti li multino pesantemente. Possibile che dobbiamo essere sempre i soliti fessi a pagare?

AntonioM
Ospite
AntonioM

Aggiungo inoltre che il consorzio di bonifica 11, che ha (avrebbe) giurisdizione sul torrente Mela, si occupa (solo?) di tassare i proprietari dei terreni limitrofi al torrente. Tasse fagocitate da questo ente inutile.

AntonioM
Ospite
AntonioM

Il torrente Mela da decenni e’ terra di nessuno, anzi e’ dominio di ditte che scavano sabbia (forse in modo abusivo), di incivili che scaricano rifiuti di ogni tipo, ed anche di ‘lottizzatori’ che hanno spianato parte del torrente impossessandosi dei terreni. Ogni tanto viene sequestata un’area, col risultato di non fare accedere solo chi rispetta la legge; gli altri continuano come prima.

enzinomollica
Ospite
enzinomollica

quando arrivano le bombe d’acqua e i torrenti esondano perché ostruiti da questi materiali abbandonati, piangiamo!! “ma come è potuto succedere??”.

milazzofallita
Ospite
milazzofallita

carenze idriche, mundizza dappertutto, disoccupazione, mafia, corruzione, servizi inefficienti, amministratori incompetenti che rubano lo stipendio, sanità allo sbando, ci mancavano i rifiuti pericolosi come nella terra dei fuochi: siamo ufficialmente terzo mondo…