Una prognosi di 30 giorni e una denuncia formale che verrà presentata nelle prossime ore. Saranno gli uomini della Guardia di Finanza di Milazzo a chiarire i contorni di una rissa avvenuta in Marina Garibaldi la notte a cavallo tra giovedì 5 e venerdì 6 luglio. Al centro del litigio tra due ragazzi ci sarebbero stati problemi di cuore.  La vicenda, al di la della reale gravità dell’aggressione (la notizia si è talmente gonfiata che qualcuno ancora crede che il ragazzo sia in fin di vita), è diventata a Milazzo un vero caso, complice un video – che nulla ha di giornalistico, infatti abbiamo deciso di non pubblicarlo – girato da un soccorritore amante dei social mentre uno dei ragazzi coinvolti nella rissa era privo di sensi riverso in terra tra i singhiozzi della fidanzata. Addirittura è stato montato con una musica strappalacrime in sottofondo.

Secondo una ricostruzione fatta da Oggi Milazzo il diciottenne che ha avuto la peggio si sarebbe presentato all’ora di chiusura in un noto locale della Marina Garibaldi cercando un cameriere  accusato di “provarci” con la sua ragazza (nonchè collega di lavoro). La questione è degenerata (non si capisce bene chi ha colpito per primo) fino a proseguire in Marina Garibaldi dove il fidanzato in cerca di chiarimenti avrebbe sbattuto la testa e perso i sensi, complice anche i colpi inferti dall’avversario in preda – sostengono i presenti – ad un vero e proprio raptus.

Il giovane è stato trasportato al Pronto soccorso di Milazzo da alcuni amici dove è stato sottoposto a Tac e poi al Policlinico di Messina per ulteriori accertamenti prima di ritornare a casa. Gli è stata data una prognosi di 30 giorni per la frattura di uno zigomo. Sta indagando la Guardia di Finanza poichè dal Fogliani, essendo un soccorso scaturito da un’aggressione, è stata chiamata la prima pattuglia disponibile sul territorio ed era proprio quella delle fiamme gialle. In questo momento non è stata presentata alcuna denuncia di parte ma, sembra certo, verrà depositata in settimana. Il noto ritrovo in cui lavora il cameriere non è coinvolto in alcun modo.

Condividi questo articolo
7.434 visite