Isola ecologica a San Papino (FOTO OGGI MILAZZO)

Non sembrano incoraggianti i primi segnali sull’utilizzo delle isole ecologiche distribuite lungo la spiaggia di Ponente a Milazzo. I bagnanti, che a casa stanno cominciando ad abituarsi al conferimento frazionato, sulla spiaggia ritornano alle vecchie abitudini non dividendo i rifiuti prodotti in riva al mare, favorendo le micro discariche nei terrapieni. L’esempio è la foto scatatta stamattina a San Papino.

IN CALO. La raccolta differenziata nel mese i giiugno, per la prima volta, ha segnato una piccola battuta di arresto scendendo sotto il 35%, percentuale superata a maggio e ritenuta soglia minima per evitare al comune di Milazzo (e dunque a tutti gli utenti) di pagare i costi di trasferimento all’estero di parte dei rifiuti siciliani come stabilito dal governo isolano.

I tecnici della Loveral e del Comune stanno analizzando i dati. A quanto pare – secondo le prime indiscrezioni – la percentuale di vetro, plastica e carta risulterebbe invariata. Il problema sarebbe legato ad un calo dell’umido a favore dell’indifferenziato che viene conferito in discarica aumentando costi di trasferimento e smaltimento. Nel mirino le attività di ristorazione che, probabilmente, complice l’aumento dei coperti per la stagione e estiva, presterebbero meno attenzione alla pratica di divisione.

Condividi questo articolo
2.444 visite

9
Rispondi

avatar
400
7 Comment threads
2 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
8 Comment authors
FrancescosenzapelisullalinguamarcoSalvoUmbertoI Recent comment authors
più recente meno recente più votato
Francesco
Ospite

siamo lontano anni luce in tutto a confronto pure dei cosidetti paesi del terzo mondo…non solo per colpa degli amminastratori comunale che sono incapaci, ma anche da noi cittadini che siamo di un inciviltà assoluta!

senzapelisullalingua
Ospite
senzapelisullalingua

Cerchiamo di dire pane a pane e vino a vino.. Si cerca in tutti i modi di manipolare a proprio conto i dati.Il calo dell’umido è dovuto in maggior parte all’inefficienza della sua raccolta che con furbizia lasciato nei cassonetti a marcire e raccolto il giorno successivo come indifferenziato(comprovabile con tanto di foto con orario e date).
Assessore e cricca.. svegliatevi che non siamo fessi!!

marco
Ospite
marco

Purtroppo il Milazzese sa solo lamentarsi che la bolletta della Spazzatura è costosa, va a fare ricorso da . . . ma non intende collaborare per il bene della sua COMUNITA’

UmbertoI
Ospite
UmbertoI

Le due”isole ecologiche” (si approfondisca il significato di ISOLA) collocate in zona S.Papino vengono utilizzate senza alcun riguardo verso il calendario settimanale; tutti i giorni si conferisce l’indifferenziato sotto gli occhi vigili dei dipendenti Loveral.

giacomo
Ospite
giacomo

chiedo all’assessore di andare alla discarica della Loveral e vedrà che la strada dal rifornimento alla Loveral al posto dei guardrail ha spazzatura di ogni tipo. Con una ruspa ci vuole poco per pulire quella strada che è percorsa dai milazzesi che vogliono portare autonomamente rifiuti ingombranti alla discarica.