Concluso il “Maggio dei libri 2018” che per un mese ha visto diversi autori alternarsi a palazzo D’Amico, dal Ministero dei Beni culturali arriva la notizia che Milazzo è sta inserita ancora una volta nell’elenco di “Una città che legge” progetto del Centro per il libro e la lettura d’intesa con l’Anci e il Mibact.
A darne notizia è stato l’assessore Salvo Presti. La “Città che legge” è uno strumento per garantire ai cittadini l’accesso ai libri e alla lettura – afferma l’assessore Salvatore Presti –; Milazzo in questi anni è cresciuta diventando un punto di riferimento per attività permanenti di promozione culturale di concerto con gli attori locali. Un filone importante che è partito con il “Maggio dei Libri” e soprattutto con Made in Sicily con il quale abbiamo avuto riscontri decisamente positivi. Si intende così riconoscere e sostenere la crescita socio – culturale della nostra comunità attraverso la diffusione della lettura come valore riconosciuto e condiviso, in grado di influenzare positiva-mente la qualità della vita individuale e collettiva.”
La presenza in elenco consentirà all’Amministrazione comunale di partecipare ai bandi promossi dal Centro per il libro.

Condividi questo articolo
515 visite