Le criticità sono all’ordine del giorno ma almeno una buona notizia in materia di raccolta differenziata nel centro cittadino. Secondo i dati comunicati dagli uffici del settore Ambiente nell’appena trascorso mese di marzo si è raggiunto il 20,62 per cento, dato che comprende un punto di percentuale fornito dal Punto ecologico di Ciantro gestito dalla F.R. Metals. Rispetto al marzo del 2017 sono stati conferiti in discarica circa 600 tonnellate in meno di rifiuto indifferenziato ed il risparmio rispetto allo stesso mese del 2017 è pari ad euro 78.035,59 € mentre rispetto alla previsione del piano finanziario 2018 il risparmio è di 32.500,00 euro, somma che si aggiunge ai 10.288,19 € quota di risparmio relativa al mese di febbraio 2018

Condividi questo articolo
1.039 visite

Rispondi

6 Commenti su "Raccolta differenziata a Milazzo, con il “porta a porta” superato il 20%"

avatar
400
più recente meno recente più votato
Domenico
Ospite

Il 20% è troppo poco, siamo nel 2018 non nel 1990. Milazzo è troppo indietro.
Subito dimissioni del Sindaco, poi voto.

Achille,cane indignato
Ospite

Ben venga la differenziata, è sinonimo di civiltà e progresso per una comunità,ma non e’ giusto che il mio padrone cammini per vie e vicoli alla ricerca di un cestino dei rifiuti per potere buttare la bustina con gli escrementi(purtroppo mi scappa ).Credetemi i cestini a Milazzo si contano sulle dita….delle mie zampe.Ben venga la differenziata , ma amministratori facciamola con ingegno-

giuseppe
Ospite

Se facessimo pagare un pò di più la raffineria (siamo degli stupidi a non approfittarne) e gli ipermercati forse non ci sarebbero stati aumenti per i singoli cittadini e si potrebbero fare investimenti per modernizzare, con la tecnologia a disposizione, la raccolta differenziata.

lucioluci
Ospite

di spazzatura che produci (esempi per noi anni luce lontani) ma basta
guardare la vicina Barcellona, come si è attrezzata.

lucio
Ospite

non va bene questo sistema obsoleto di fare la raccolta differenziata
dei rifiuti, vedere uno scempio simile di rifiuti sparsi ovunque sui marciapiedi ed in mezzo alla strada al di là della negligenza imperante, è di uno squallore inaudito. Per non andare molto lontano, non pretendo i cassonetti per la differenziata, dove strisciando semplicemente la tessera sanitaria ti pesano il quantitativo.