L’atto d’indirizzo del Commissario straordinario della Città Metropolitana di Messina, Francesco Calanna, che dispone l’utilizzo di prodotti a chilometro zero e biologici nei punti di ristoro degli istituti scolastici gestiti dall’Ente, compreso gli istituti supeirori di Milazzo, ha riscosso l’apprezzamento del mondo accademico.
Con una nota il professor Giorgio Calabrese, docente di Dietologia umana e Dietoterapia presso il Dipartimento di Medicina e Farmacia della Scuola di Specializzazione in Chirurgia delle “Molinette” di Torino e il professor Giacomo Dugo, docente presso il Dipartimento di scienze Biomediche, Odontoiatriche e delle Immagini Morfologiche e Funzionali dell’Università degli Studi di Messina, hanno espresso «compiacimento per la lodevole iniziativa, unica nel suo genere, che esprime attenzione per la salute degli studenti e, al contempo, attiva un’azione di propulsione nei confronti dell’economia locale e di quella votata alla realizzazione e commercializzazione di prodotti di qualità ed ecosostenibili».

«Se gli Enti pubblici e il mondo della scuola sentono il bisogno di privilegiare e favorire l’utilizzo di prodotti a chilometro zero e/o biologici per le mense scolastiche – affermano i professori Calabrese e Dugo – vuol dire che si sta imboccando la strada giusta. L’obiettivo dovrebbe essere quello di educare ma, soprattutto, far partecipare la comunità ad una riflessione sugli stili di vita salutari, sulla tutela e sulla sostenibilità dell’ambiente fino ad arrivare al turismo responsabile e alla valorizzazione delle tradizioni gastronomiche locali».

In vista della scadenza dei rapporti relativi ai servizi di gestione dei punti di ristoro scolastici, fissata al 30 giugno, con atto d’indirizzo del Commissario straordinario della Città Metropolitana di Messina, Francesco Calanna, sono state avviate le procedure per i nuovi bandi di affidamento che dovranno rispettare le nuove linee guida inserite nelle modifiche al regolamento di settore.

Le procedure di assegnazione del servizio dovranno rispondere ad alcune disposizioni specifiche: nella valutazione dei punteggi si darà rilievo all’incremento dell’economia locale e all’utilizzo di prodotti a chilometro zero e biologici.

Inoltre saranno valutate con un idoneo punteggio tutte le aziende attualmente impegnate nel servizio che abbiano ottenuto, tramite apposita certificazione dei dirigenti scolastici, un giudizio positivo del gradimento del servizio prestato e nei confronti delle quali sia stata effettuata, con esito favorevole, la verifica della regolarità finanziaria nei riguardi della Città Metropolitana di Messina.

 

Condividi questo articolo
3.434 visite