In occasione della Giornata Nazionale contro il cyberbullsmo, i ragazzi della Scuola Zirilli e i piccoli della primaria Baronello, del Ciantro Del Terzo Comprensivo, si sono incontrati nella palestra della scuola per esprimere in modo festoso e simbolico il loro rifiuto alla pratica pericolosa del bullismo elettronico, attraverso la creazione di un “nodo” umano simbolo di amicizia e gioioso legame personale. Successivamente, tutti in cortile, hanno lanciato decine di palloncini, punteggiando di blu un cielo ostinatamente grigio e senza sole. Il cyberbullsmo, purtroppo, è una realtà torbida e più diffusa di quanto si pensi nell’universo delle nuove generazioni, che hanno in mano strumenti tecnologici potenti e pervasivi, il cui uso sconsiderato porta a conseguenze drammatiche.

E’ compito della famiglia, della scuola e di ogni centro di socializzazione ed aggregazione vigilare con cura, sensibilizzare ed educare i giovani e i giovanissimi all’uso consapevole e corretto dei sofisticati strumenti di comunicazione che la tecnologia dei nostri giorni mette a loro disposizione.

Condividi questo articolo
1.143 visite