Si è svolto oggi per gli studenti delle classi terze del Liceo “G.B. Impallomeni”, diretto dalla preside Caterina Nicosia, l’ncontro con lo scrittore Tonino Russo, autore di “Gugliemo il Buono, la fatale imprudenza”, edito da Navarra. Il libro è un romanzo storico ambientato nel periodo di massimo splendore del regno normanno in Sicilia. L’autore, attraverso la rielaborazione letteraria dei dati storici, apre uno spaccato su una fase della storia siciliana, misconosciuta al grande pubblico, che ha avuto conseguenze enormi per le epoche future: dopo il sovrano Guglielmo il Buono, proprio nel momento in cui il regno normanno in Sicilia sembrava consolidarsi al punto da poter diventare il fulcro della storia italiana (come analogamente stava accadendo in Inghilterra), il potere passa alla zia Costanza d’Altavilla e, dopo un’altra generazione, a Federico II di Svevia, dopo il quale il Regnum Siciliae perde la propria centralità. L’autore offre anche squarci trasversali su aspetti della vita quotidiana nella Sicilia multiculturale e multietnica del XII sec. e dell’arte normanna con un ampio spazio al racconto della costruzione della cattedrale di Monreale. L’evento è organizzato nell’ambito del Progetto Lettura, curato dai docenti Concetta Cicero, Alessandro Di Bella e Oriana Scampitelli.

Condividi questo articolo
696 visite