Il paventato trasferimento del Dipartimento di Igiene mentale dell’Azienda sanitaria locale da Vaccarella negli uffici di Giammoro e Barcellona ha sollevato le proteste dell’onorevole Antonio Catalfamo (Fdl).

“In merito alla riorganizzazione della sanità nella nostra provincia – scrive il capogruppo FdI all’Ars – ho ritenuto doveroso palesare all’attuale Assessore alla Sanità le mie preoccupazioni sulla gestione dell’Asp. Ad oggi gli unici criteri manageriali sono stati la spending review a fronte anche delle richieste dell’utenza e del territorio tutto».

Catalfamo sostiene che non si possa amministrare un ente pubblico solo guardando alla cassa. «Non possiamo continuare a trattare, con chi, fino a oggi, ha anteposto gli interessi della collettività a quelli della mera contabilità continua il deputato –  Dopo il disastro della rete ospedaliera in comuni come Barcellona ma anche Messina e, oggi, anche Milazzo, con la dismissione progressiva del servizio di igiene mentale del rione Vaccarella, riteniamo indispensabile un cambio di rotta drastico, così come anche richiesto dai Sindacati di settore. Per salvare i servizi di salute al cittadino occorre una nuova fase manageriale».

Condividi questo articolo
3.663 visite