La viabilità di Milazzo sembra impazzita: nell’arco delle ultime 24 si sono verificati ben tre incidenti gravi con altrettanti ribaltamenti di auto. Ieri sono avvenuti entrambi nell’asse viario, oggi pomeriggio poco dopo le 15,15 al “solito” incrocio tra la via Giorgio Rizzo e via Birago, accanto ai Molini Lo Presti. A cappottare è stato un furgone rosso, un Fiat Fiorino, proveniente da Piazza Sacro Cuore dopo uno scontro con una Mazda 3 grigia. Sul posto sono intervenuti i vigili urbani che stanno deviando il traffico e l’ambulanza del 118 che sta soccorrendo i guidatori in stato di choc ma, sembra, senza gravi traumi. Lo scontro poteva trasformarsi in una vera tragedia visto che ad attraversare la strada c’era un residente nei pressi dei cassonetti dei rifiuti posti all’angolo. «Noi tutti i residenti siamo esasperati e terrorizzati – ha detto un abitante – anche di gettare la spazzatura nelle ore serali o attraversare la strada con i propri figli».

Dall’inizio dell’anno sono decine gli incidenti che si sono registrati nelle stesso punto. Complice la mancata attenzione dei guidatori ma anche una pessima segnaletica stradale. A nulla sono valse le proteste. Dal comando di polizia municipale guidato da Giuseppa Puleo nessun tipo di provvedimento.

7,820 Visite totali, 1 visite odierne

Condividi questo articolo...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this pageEmail this to someone

Rispondi

12 Commenti su "Milazzo, si ribalta furgone all’incrocio dei Molini Lo Presti"

avatar
400
Ordina per:   più recente | meno recente | più votato
domenico giorgianni
Ospite

sempre attaccati al telefonino

Francesco B.
Ospite

Semplicemente vergognoso! La colpa è della gente e basta! Non rispettano le regole e poi noi tutti paghiamo con un aggravio dei prezzi sulle rca, l’abuso degli smartphone poi ha reso tutto più patetico!

Lino
Ospite

Ma vuoi mettere la dimostrazione di perizia di ogni nuovo sindaco che come unica cosa che fa… cambia la viabilità, come se fosse la cosa più importante da fare…

Anonimo
Ospite

Cosa è cambiato nel senso di marcia dell’incidente in confronto a gl’ultimi 20 anni?

Filippo de Silva
Ospite

non preoccupatevi, adesso ci penserà il super Pippo M. a fare un’interrogazione consiliare, così come ha fatto per l’autovelox, e metterà le cose a posto, così che non ci saranno più incidenti, ne ai Molini Lo Presti, ne nell’asse viario!

anonimo
Ospite

I SOLITI MILAZZOTI, GLI INCIDENTI AVVENGONO NEL SENSO DI MARCIA NON MODIFICATO E NN SI PUò DARE LA COLPA AL DOPPIO SENSO DI MARCIA MA LA NEGLIGENZA, SIA DI CHI ESCE DALL’INCROCIO SIA DA CHI è IN VIA G. RIZZO, IN QUANTO IL CODICE DELLA STRADA DICE: IN PROSSIMITà BISOGNA RALLENTARE E NN ACCELLERARE, E IL FATTO CHE IL FURGONE CHE USCIVA DALLO STOP SI SIA CAPOVOLTO Fà CAPIRE CHE NN SI è FERMATO

peppe
Ospite

il furgone rosso non si è fermato? ma non mi dire! grazie per la perizia non l’avevamo capito..dovrebbero assumerti tra le grandi menti dei vigili

Anonimo
Ospite

La questione è che la colpa è data al senso di marcia quando è così da almeno 20 anni

wpDiscuz