Missive di fuoco tra il presidente del consiglio comunale, Gianfranco Nastasi, e il sindaco di Milazzo Giovanni Formica. Ormai, tra i due, è guerra aperta dopo la rottura avvenuta in consiglio comunale lo scorso mese in diretta streaming. L’ultima puntata è andata in onda poche ore fa. Oggetto del contendere l’arrivo dei migranti nell’ex scuola elementare di Fiumarella. Nastasi – a nome dell’aula – aveva chiesto per iscritto a Formica di attivarsi per aprire un tavolo di concertazione con i presidenti delle Ipab e delle cooperative locali per trovare una soluzione alternativa visto che il consiglio comunale – spinto dalle proteste dei residenti – non riteneva i locali idonei. In particolare si chiedeva di verificare le condizioni dell’Istituto Badia del Borgo, immobile dell’Ipab Regina Margherita.

Lapidaria la risposta di Formica: «In riscontro alla sua nota dal contenuto gravemente irrispettoso della funzione istituzionale rivestita dallo scrivente, si rammenta – con l’auspicio che ciò non la sconforti – che tra le sue prerogative non rientra quello di dare disposizioni al sindaco, il quale, pertanto, non le terrà in alcuna considerazione».

Condividi questo articolo...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this pageEmail this to someone
43 visite