Il sindaco Giovanni Formica è intervenuto, anche per fare chiarezza, sulla questione della carenza idrica che ormai da diversi giorni sta interessando la città.

“Come in molte regioni d’Italia ed in gran parte della Sicilia e della Provincia di Messina, anche Milazzo sta attraversando una complicata crisi idrica – evidenzia il sindaco. Nonostante tutte le fonti di approvvigionamento siano attive e a dispetto del lavoro incessante del personale tecnico del Comune, che manovra gli impianti durante l’intero arco della giornata per minimizzare i disagi, l’elevato numero di persone presenti sul territorio Milazzese e, quindi, il consistente aumento dei consumi, unitamente alla straordinaria siccità di questa estate, che ha determinato un significativo abbassamento della falda, si verificano importanti criticità in alcune zone della città in particolare per le utenze ai piani alti dei palazzi e per quelle prive di serbatoi”.

A fronte di tale situazione il primo cittadino lancia un messaggio ai milazzesi. “Per non accrescere le difficoltà, è fondamentale che i cittadini adottino comportamenti responsabili, limitando l’uso dell’acqua ai soli fini domestici ed evitando di usarne per innaffiare giardini, riempire piscine e vasche, lavare automobili ecc..”

Quanto alle segnalazioni relative ai prelievi di acqua con serbatoi e quant’altro dalle docce comunali, il sindaco ha precisato che l’acqua in distribuzione nelle docce presenti sul lungomare di ponente non presenta i caratteri della potabilità. “Essa è estratta da un pozzo che nulla ha a che vedere con la rete di distribuzione e, quindi, non interferisce in alcun modo con i problemi di questi giorni”. 

3,344 Visite totali, 1 visite odierne

Condividi questo articolo...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this pageEmail this to someone

Rispondi

6 Commenti su "Acqua a singhiozzo nelle case di Milazzo, ecco cosa sta succedendo"

avatar
400
Ordina per:   più recente | meno recente | più votato
john caccamo
Ospite

Acqua a singhiozzo? ecco cosa sta succedendo: che mentre nel resto di italia la civiltà è arrivata dopo la fine della 2 guerra mondiale qui in sicilia siamo rimasti fermi ai tempi del 15-18, vergogna!

eddy
Ospite

Quello dell’acqua è un problema serio. In estate la siccità avanza. Le falde acquifere si abbassano, anche per il minor assorbimento dei terreni ad opera della cementificazione. La Natura ce ne dà però abbastanza, solo che gran parte ritorna al mare. Ed è qui che bisogna agire, con la creazione di nuovi bacini di trattenimento.

schifiato dal degrado in città
Ospite
schifiato dal degrado in città

Quella della non potabilità dell’acqua delle docce è una falsità perché a quest’ora i cacaroni non si conterebbero;infatti i camperisti che ABUSIVAMENTE stazionano e che tutti fingono di non vedere, caricano bunker di acqua a volontà ed in oltre scaricano altrettanto a volontà,merda sulle spiagge:Vi siete chiesti dove ripuliscono i pozzetti dei camper?VIGILARE PREGO,non accusare sempre i cittadini

Mirko
Ospite

Se poi ci aggiungiamo che la condotta idrica è vetusta assai il quadro è completo. Ah a proposito,oltre a gridare allo scandalo adesso contro Giovannuzzo Formica perchè non chiedere cosa sia stato fatto negli anni anche dall’ Ing.Nastasi, Lorenzo Italiano e Carmelo Pino? Saluti ed auguri.

john caccamo
Ospite

concordo: lo sanno anche i bambini che l’ acquedotto è un colabrodo, il 70% dell acqua si perde nel terreno dalle perdite delle tubature. Sicilia sempre ultima!

Milazzisicannocca
Ospite

Quindi è giusto che camperisti e accattoni si prendano l’acqua per metterla nei bidoni o in alcuni casi in mini cisterne? Forse con certi interventi non avrà spazio in qualche programma tv. Lo spreco di acqua dovrebbe essere un tema a cuore degli ambientalisti, ma purtroppo sono impegnati a fare la campagna elettorale a Crocetta.

wpDiscuz