Sono già al lavoro i due professionisti messinesi, gli ingegneri Sergio Sofia e Pietro Pettinato, che hanno avuto assegnato l’incarico per la redazione del progetto esecutivo per i lavori di “Riqualificazione e messa in sicurezza dell’asse viario dell’agglomerato industriale di Milazzo-Giammoro” da realizzare con i fondi del ‘Masterplan per il Mezzogiorno – Patto per lo sviluppo della città Metropolitana di Messina’: Sergio Sofia e Pietro Pettinato, ingegneri di Messina riuniti nel Raggruppamento Temporaneo, che hanno presentato l’offerta aggiudicataria con un ribasso del 19,20 per cento sull’importo a base di gara, complessivamente e presuntivamente determinato in 97 mila euro nella procedura condotta dal Consorzio ASI della Provincia di Messina a seguito di espletamento di procedura ad evidenza pubblica. Il Raggruppamento temporaneo si occuperà della redazione del progetto incluso il coordinamento per la sicurezza in fase di progettazione, l’incarico è stato sottoscritto presso la sede dell’Ufficio periferico IRSAP Messina, nell’area artigianale di Larderia e fa fede all’impegno assunto dal Commissario straordinario IRSAP Sicilia, Mariagrazia Brandara che giorni fa ha incontrato sindaci, rappresentanti del territorio e aziende locali, ascoltato le loro istanze e fatto anche un sopralluogo lungo l’asse viario, constatando la situazione di degrado dell’area industriale di Milazzo-Giammoro,  assicurando che  “Entro un mese sarà pronto il progetto esecutivo di Riqualificazione e messa in sicurezza dell’asse viario dell’agglomerato industriale di Milazzo–Giammoro da realizzare con fondi del Patto per la Città Metropolitana per un importo totale di 2,6 milioni”.  E ha aggiunto: “Il massimo impegno da parte dell’Ente e della sua dirigenza per risolvere una situazione che si trascina da molto tempo. Il decoro e la vivibilità delle zone industriali sono nostra priorità, la zona di Milazzo ha sofferto notevolmente la carenza di fondi legata ai minori trasferimenti da parte della Regione ma insieme agli enti locali e al territorio lavoreremo per ridare lustro all’area e renderla appetibile per nuovi investimenti”.
Soddisfazione è stata espressa anche dal presidente dell’Adasc, Peppe Maimone, che ha promosso l’incontro presso il comune di San Pier Niceto.
«La prima promessa del Commissario Brandara è stata mantenuta, solo grazie al suo impegno e alla sua determinazione dopo tanti anni di abbandono quella strada verrà riqualificata e messa in sicurezza – dice Maimone – Un lavoro che sta vedendo impegnati i funzionari dell’Irsap con la speranza che quella zona diventi il polmone economico del comprensorio, volano di sviluppo e di occupazione, con l’insediamento di attività produttive compatibili con il territorio». 

1,905 Visite totali, 1 visite odierne

Condividi questo articolo...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this pageEmail this to someone