È possibile attirare investimenti esteri anche nella Valle del Mela? Se lo sta chiedendo un gruppo di imprenditori e professionisti che si sta costituendo in un comitato per indirizzare alla politica una nuova sfida. Una Zona Franca Urbana per rilanciare la zona industriale da affiancarsi al progetto del Porto Franco richiamato alcuni giorni fa dal presidente dell’autorità portuale De Simone.
«Il comprensorio del Mela come la Silicon Valley non è solo un sogno – sostengono i membri del comitato – Già in altre parti d’Italia, grazie ai finanziamenti ottenuti per la creazione di Zfu, è stato possibile vivacizzare l’economia. Il nostro obiettivo è rimettere al centro del dibattito l’unico mezzo concreto per attrarre investimenti in queste aree, ossia la detassazione e decontribuzione di cui beneficiano le imprese ricadenti nella Zfu».
Secondo il costituendo comitato, potrebbe trattarsi di un’occasione unica per far risorgere un territorio depresso e abbandonato con l’insediarsi di imprese tecnologicamente avanzate, magari appartenenti anche alla filiera del riciclo dei rifiuti.
«Noi mettiamo a disposizione le nostre competenze (areadelmela@gmail.com è il loro indirizzo email per essere contattati e potersi aggregare all’iniziativa), ma spetta alla politica farsi avanti per accogliere le nostre istanze» concludono gli imprenditori.

Condividi questo articolo
505 visite