La Guardia Costiera di Milazzo ha effettuato un maxi sequestro di 30 tonnellate di tonno rosso che un motopeschereccio calabrese ha dichiarato di aver pescato in maniera accidentale nelle acque antistanti la costa calabra. L’unità da pesca, dopo la cattura degli esemplari di tonno rosso (thunnus thynnus) circa 1000, per un peso complessivo di circa 30 tonnellate, ha comunicato alla Capitaneria di porto di Milazzo l’intenzione di sbarcare il pescato nel porto mamertino, così come previsto dalla normativa di settore, molto rigorosa per quesla specìe ittica, sottoposta a partìcolare regime di protezione dalla comunità europea, la cui cattura è limìtata a quote nazionali che ciascun paese comunitario non puo superare.

L’unità da pesca, una volta giunta in porto, è stata sottoposta ad accertamenti dagli uomini della Capitaneria di Porto che procedevano ad elevare sanzioni sia penali, per detenzione di esemplari sottomisura, sia amministrative in quanto il peschereccio non era aulorizzalo alla pesca di tonno rosso.

L’intero pescato è stato sottoposto a sequestro, anch’esso sia penale sia amminìstrativo, ed in buona parte (circa 300 esemplari per un totale di quasi 8000 Kg) devoluto in beneficenza ad enti caritatevoli, dopo l’accertamento dell’idoneità al consumo umano da parte del medico veterinario. Il resto del pescato è stato messo all’asta come prevede la legge.

Condividi questo articolo
1.680 visite

19
Rispondi

avatar
400
11 Comment threads
8 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
12 Comment authors
DanilorobertoCarloAlessandroroberto Recent comment authors
più recente meno recente più votato
roberto
Ospite
roberto

Poi se un subacqueo ne pesca uno passa i guai.
Dovrebbero togliergli la licenza di pesca eternamente !!!

Alessandro
Ospite
Alessandro

Perché tu sei in grado di prendere un tonno con la fiocina

Carlo
Ospite
Carlo

Il tonno rosso e’ specie protetta. Non si pesca mettendo giù una retina e via ma il sistema è’ studiato e complesso. (Eco, gps, pastura…) questi non sono incidenti o casualità . Chi pesca così si merita anche il ritiro della licenza. Nessuna comprensione.

Alessandro
Ospite
Alessandro

Carlo ti auguro tutto quello che ci è successo a noi del peschereccio (comu ti cadi ta pijji)

Alessandro
Ospite
Alessandro

Chi fa del male a un pescatore fa del male al signore!!!!!!!!

Paolo
Ospite
Paolo

Meno male che lo hai scritto minuscolo….quindi chissà a quale signore ti riferisci. Ultima considerazione…..ma se son pescatori tanto bravi, spiegare come sia possibile pescare “accidentalmente” 30 tonnellate di tonno sarebbe interessante. Di palle ne sentiamo quotidianamente, quelle legate alla pesca non autorizzata ci manca. Saluti

Alessandro
Ospite
Alessandro

Bravi agli uomini del peschereccio calabrese

roberto
Ospite
roberto

Noi guardiamo l estero che fanno le stragi di ronni e di altri pesci ma noi siamo i peggiori di tutti..
Io mi domando…come e’ possibile che sapendo del pericolo penale continuano ogni giorno a massacrare centinaia di esemplari..?? …perche in fin dei conti nn la pagheranno mai…

Danilo
Ospite
Danilo

Bisogna rispettare il mare x poter continuare a godere delle sue risorse.