Maggiori controlli e sanzioni per coloro che non rispettano gli orari relativi allo smaltimento dei rifiuti nei cassonetti (dalle 20 alle 5 del mattino). Da oggi scatterà la tolleranza zero nei confronti dei trasgressori. L’amministrazione ha firmato un’ordinanza urgente inviata al comando dei vigili urbani. Da giorni a Oggi Milazzo giungono numerose segnalazioni di scarsa pulizia e cassonetti stracolmi specialmente nelle vie del centro e, addirittura nelle aree ludiche dedicate ai più piccoli. Da terzo mondo le immagini scattate ieri pomeriggio nella Pineta di San Papino. Le cause? La maleducazione dei milazzesi. Almeno secondo l’assessore comunale all’Ambiente Salvatore Gitto.

Pineta san papino invasa dai rifiuti

«Il servizio viene effettuato regolarmente e non vi sono stati problemi di nessuna natura – spiega Gitto – ma è anche vero che l’aumento della popolazione (tra turisti e rientri di milazzesi che vivono fuori sede) ha portato in alcune zone “sensibili” il deposito di rifiuti a tutti le ore. Mi riferisco in particolare nella zona Vaccarella dove insistono porticcioli. Il servizio di raccolta passa alle 6 del mattino e già alle 9 i cassonetti sono pieni. In occasione della Sagra del Pesce, organizzata a Vaccarella, gli addetti sono passati cinque volte nell’arco della giornata e i cassonetti erano sempre stracolmi». Situazione diversa per la Pineta di San Papino. «La pulizia della Pineta – sostiene Gitto – era affidato ad un addetto che operava per conto del comune nell’ambito del Servizio Civico. Questa persona, da quello che mi risulta, è andata in pensione nei giorni scorsi e si è creato un vuoto ci competenze che sarà risolto in queste ore». Il servizio di raccolta e trasferimento dei rifiuti costa 250 mila euro al mese.

 

137 Visite totali, 2 visite odierne

Condividi questo articolo...Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Print this pageEmail this to someone