GUARDA IL VIDEO. A contestare la nuova viabilità tra l’asse viario e la statale che conduce ai caselli autostradali di Milazzo fa insorgere anche la Cgil. “L’eliminazione del semaforo all’intersezione tra l’asse viario in uscita da Milazzo e la S.S. 113 Me-Pa con la conseguente deviazione del traffico fino alla rotatoria di Corriolo – scrive in una nota il segretario Enzo Sgrò – è l’ennesima incomprensibile realizzazione viaria che, anziché snellire e ordinare il traffico su un nodo particolarmente interessato alla mobilità extraurbana di cittadini, lavoratori e pendolari, complica ulteriormente la vita a tutti, costringendo ad una serpentina particolarmente complessa quanti sono costretti a muoversi nelle varie direzioni”.

Blocchi all’asse viario di milazzo

“La collocazione dei new jersey lungo tutto quel tratto della statale – continua – risulta antiestetica, superflua e sproporzionata, neanche giustificata da aspetti di sicurezza del transito, già ben regolato dai semafori che si sta cercando ora di rimuovere. Ancora una volta, anziché prevedere una razionale e ponderata gestione del territorio e delle infrastrutture viarie esistenti, si interviene a rimorchio ed a posteriore rimedio di una smisurata e contraddittoria crescita dei centri commerciali sorti in gran fretta negli anni passati”. La CGIL di Milazzo chiede un ripensamento dell’Anas. “Il confronto con le popolazioni, le istanze dei pendolari, il parere delle comunità locali e delle forze sociali per addivenire a soluzioni condivise – conclude Sgro –  devono diventare prassi ordinaria in tutte le decisioni e nelle realizzazioni destinate ad avere ripercussioni su utenti e territorio”. Nei giorni scorsi a diffidare l’Anas è stato il sindaco Carmelo Pino. GUARDA IL VIDEO:

Condividi questo articolo
186 visite